Share with:


La Chiesa offre una parte di spicco al padre “terreno” di Gesù, tanto da dedicargli una delle più sentite feste dell’anno religioso. Eppure in rete non mancano le vignette che ironizzano sul concepimento di Gesù e su chi fu il suo vero padre. C’era da aspettarsi che una storia tanto irreale (Dio che mette incinta una donna generando il figlio che è poi se stesso) comportasse delle riflessioni che per i teologi sono di un tenore, e per i non meno intelligenti pensatori possono essere di tutt’altro verso.

Alla fine il caprio espiatorio diventa proprio Giuseppe, quell’uomo di cui poco o niente si sa dal Nuovo Testamento ma che invece è identificabile in una precisa figura storica quando si conosce chi era Gesù. Lo abbiamo infatti individuato nel regnante Agrippa II dedicandogli varie pagine fin da “DEI RICCHI – Volume II” quando lo incontrammo per la  prima volta. In un successivo volume, “DEI RICCHI – Volume VI” lo abbiamo visto concepire il figlio con la sorella Berenice di Cilicia.  Spiegando inoltre che fu proprio una questione di “corna” a venire trasformata nel mistero dell’immacolata concezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *