DEI RICCHI

2011 - Aprile - Settimana 3

« Precedente

» Notizie » 2011 » Aprile | Commenti: Scrivi

Successiva »

Indice dei giorni


15/04/2011 * 16/04/2011 * 17/04/2011 * 18/04/2011 * 19/04/2011 * 20/04/2011 * 21/04/2011 *

Venerdì 15 Aprile 2011

Clinton: finanzieremo i ribelli libici

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 15/04/2011

19.23 I ribelli libici hanno bisogno di aiuti umanitari e militari consistenti e gli alleati sono disposti a dare loro dei finanziamenti. Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Clinton, al vertice di Berlino dei ministri degli Esteri dei Paesi Nato. Clinton ha parlato anche dell'Iran:"Teheran sta cercando di strumentalizzare i disordini in Medioriente e tenta di minarne la stabilità".Alla Siria lancia un appello: "Stop alle azioni repressive nei confronti dei manifestanti".

Napolitano:missioni estero aiutano pace

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 15/04/2011

17.25 Italia e Slovacchia "offrono un significativo contributo per la pace e la sicurezza nel mondo" con le loro missioni militari all'estero. Così, a Bratislava, il presidente Napolitano. Il capo dello Stato spiega: per affrontare le grandi sfide attuali "occorre un'Europa che non si sottragga alle sue responsabilità per il mantenimento della pace e il sostegno dei popoli che lottano per libertà e democrazia". "Non illudiamoci di fare dei nostri confini una fortezza inespugnabile".

Arrigoni, Farnesina conferma la morte

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 15/04/2011

6.50 La Farnesina conferma la morte di Vittorio Arrigoni,riconosciuto presso l'obitorio di Shifa Hospital, a Gaza City. Il Consolato generale a Gerusalemme condanna il vile e irragionevole gesto di violenza ai danni di una persona che seguiva e raccontava con forte impegno personale la situazione dei palestinesi della Striscia di Gaza. La Brigata salafita Mohammed Bin Moslama aveva diffuso ieri pomeriggio il video con Arrigoni, accusato di propagare fra i palestinesi i vizi occidentali.

Sabato 16 Aprile 2011

Libia nega uso delle bombe a grappolo

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 16/04/2011

8.44 Dopo la denuncia del Newe York Times e di Human Rights Watch, il portavoce del governo libico ha smentito l'utilizzo delle bombe a grappolo su Misurata. "Non utilizzeremmo mai armi simili contro le popolazioni libiche", ha detto Ibrahim Mussa, aggiungendo: "Il mondo ci sta guardando e non potremmo fare una cosa del genere". Le cluster bomb, il cui uso è proibito in gran parte dei Paesi del mondo,scoppiano in aria per poi rilasciare piccoli ordigni che esplodono a loro volta.

Branagh: 'Thor? Al mondo servono eroi'

ANSA.it, http://www.ansa.it, 16/04/2011

Presentato a Roma il film

''Perche tanti super eroi sul grande schermo? Forse e' solo la voglia di eroismo personale, l'unico che conta davvero. Penso, ad esempio, a personaggi politici come Obama o Nelson Mandela, persone che sono come noi, ma anche capaci di risolvere i problemi''. A parlare cosi' oggi a Roma e' Kenneth Branagh regista, un po' sorpresa, di Thor 3D, la saga del dio del tuono tratta dai fumetti della Marvel, che sara' nelle sale dal 27 aprile in circa 600 copie distribuite da Universal Pictures. Il film ha un cast di stelle come Natalie Portman (fresca di Oscar), Anthony Hopkins (Odino) e nel ruolo di Thor l'attore australiano Chris Hemsworth che ha esordito in 'Star Trek' di Abrams nel ruolo del capitano George Kirk oggi a Roma insieme a Branagh. La storia e' semplice: Thor, Dio del tuono, viene mandato sulla Terra e costretto a vivere tra gli umani perche' ha deluso il severo padre Odino che lo ha cosi' esiliato in un mondo in cui non ha piu' poteri. E ha fatto bene.

Perche' sulla terra il borioso Thor imparera' cio' che serve davvero per essere un vero eroe e trovera' anche l'amore (Portman). ''Quello di Thor - spiega l'attore e regista shakespeariano - e' un tema classico che la Marvel ha voluto che realizzassi in maniera allo stesso tempo ricca e leggera''. Comunque spiega Branagh nessuna ingerenza di troppo da parte della Marvel anche per quanto riguarda il mega-progetto a venire, ovvero 'Avengers' (Vendicatori) che vedra' nel 2012 tutti gli eroi della Marvel (Thor, Capitan America, Hulk ...) uniti in un film che sara' firmato da Joss Whedon.

''Per me era la sola storia di Thor che volevo raccontare e su cui dovevo concentrarmi. La Marvel invece mi ha chiesto espressamente di fare questo film in 3D. Loro volevano investire molto in queste tecnologie che, devo riconoscere, riescono davvero ad amplificare le impressioni''. Comunque per il regista di Enrico V, il linguaggio utilizzato per questo Thor e' ''a meta' tra Shakespeare e la Bibbia. Volevo utilizzare questo lingua colta rendendola anche il piu' possibile molto naturale''. Il futuro di Branagh? ''Spero solo di non diventare mai grande e continuare nella mia vita ad interagire con persone di grande talento come mi e' capitato fino ad adesso''. Il mio rapporto con i super-eroi? - spiega invece il super-palestrato Chris Hemsworth: ''E' quello che hanno tutti i bambini quando si ritrovano a correre nel corridoio immaginando di essere super-eroi. La cosa bella nel mio caso e' che alla fine mi sono ritrovato da grande ad interpretare davvero uno come Thor''. Il rapporto con Hopkins? ''Ero certo molto intimorito davanti a un mostro sacro come lui. Ma alla fine e' uno che ti mette molto a suo agio e dopo un po' ti ritrovi a chiamarlo Tony senza piu' timidezza'' dice ancora Hemsworth che presto recitera' nel remake di DAn Bradley di Alba Rossa (Red Dawn) nel ruolo che fu' di Patrick Swayze nel 1984.

Berlusconi: 'Si' al processo breve, devo essere tutelato'

ANSA.it, http://www.ansa.it, 16/04/2011

Pm eversivi, se serve voto subito. Modificare architettura istituzionale'. Anm: sdegno

"Dal 2008 abbiamo vinto tutte le elezioni e vinceremo anche le prossime elezioni amministrative". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, auspicando anche un rilancio del Pdl. Il presidente del Consiglio ha parlato nel corso di una convention organizzata dal ministro Brambilla.

STRAPPARE NAPOLI A MAL GOVERNO - "Dobbiamo strappare Napoli al mal governo di certi signori". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, intervenendo al primo meeting nazionale del 'Pdl-al servizio degli italiani' in corso a Roma.

GIUDICI DA 17 ANNI TENTANO FARMI FUORI - "Sono 17 anni che la magistratura tenta di farmi fuori considerandomi un ostacolo, ma io sono ancora qui e nonostante tutti i processi non sono mai stato condannato".

SINISTRA PUR DI COLPIRMI NUOCE AL PAESE - "La sinistra pur di fare il male di Silvio Berlusconi nuoce al Paese".

GIUDICI EVERSIVI VOGLIONO CAMBIARE VOTO - "La magistratura è permeata di idee di una certa sinistra che vuole cambiare ciò che gli italiani hanno scelto con il voto, in altri termini questo si chiama eversione". "Dobbiamo andare a votare per cambiare questo sistema. Non possiamo continuare a permettere che la sovranità appartenga ai pm eversivi della sinistra" prosegue il premier invitando i militanti a non disertare le elezioni, a partire dal voto alle amministrative.

CONSULTA ORGANO POLITICO SOTTOPOSTO PM - "La Corte costituzionale da organo istituzionale è diventato un organo politico sottoposto ai pm di sinistra"

BERLUSCONI DIFENDE P.BREVE E DICE, DEVO ESSERE TUTELATO - "Un presidente del Consiglio deve difendere il suo Paese in politica estera e deve essere per questo tutelato e non può essere distratto per delle bazzecole magari accadute 15 anni prima". "Il governo ha fatto tre leggi: il lodo Schifani, il lodo Alfano e il legittimo impedimento. Tutte approvate con tempi lunghissimi dal Parlamento ma che la Corte costituzionale ha abrogato e non sto a dare giudizi su quei giudici". "Questa legge può casomai facilitare il sistema giudiziario e manda in prescrizione solo lo 0,2% dei processi"

PDL VITTIMA DI PATOLOGIA, APRIRE LE PORTE - "Il Pdl, come altri partiti, è vittima di una inevitabile patologia, perché chi è entrato da molti anni comincia a dare gomitate affinché i concorrenti non gli tolgano il posto, guarda con preoccupazione i nuovi entrati e chiude la porta ai possibili nuovi ingressi". Il presidente del Consiglio ha invitato proprio i militanti presenti in sala "a dedicarsi alla politica in modo da essere i nuovi esponenti del partito. Quello che dobbiamo fare ora è aprire a tutti gli italiani le porte del Pdl".

LEADER SINISTRA STESSI GIOVANI DELL'89 - "Nel nostro Paese la situazione è difficile perché l'opposizione è rimasta sempre la stessa, con i loro leader che sono gli stessi giovani dell'89. Hanno una politica che va contro il buonsenso e che è del 'tanto peggio tanto meglio'".

ARRIVERO' A 120 ANNI - "Arriverò a 120 anni, ma sono pur sempre un mortale"..

PM NON INTERESSA CONDANNARMI MA GETTARE FANGO - "Ai pm non interessa la condanna perché sanno che non possono arrivarci. A loro interessa gettare fango mediatico su di me, sul Pdl e sul governo".

PROCESSO MILLS? E' EVERSIONE - "Il processo Mills? E' eversione!". Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi spiega ad una convention del Pdl alcune delle sue vicende giudiziarie. E sul caso Mills, in particolare, difende la sua estraneità dai fatti sostenendo che l'avvocato inglese non è mai stato corrotto, ma ha semplicemente tentato di evadere il fisco inglese. Siccome però "é uno sfigato", aggiunge, è stato coinvolto in una storia giudiziaria che lo ha portato alla condanna.

SI' COMMISSIONE INCHIESTA PER PM EVERSIVI - "Serve una commissione d'inchiesta parlamentare per accertare l'esistenza di un'associazione a delinquere a fini eversivi dentro la magistratura. Questa è una patologia della democrazia con cui noi dobbiamo fare i conti, una parte della magistratura ha un ruolo eversivo". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi.

MODIFICARE ARCHITETTUTA ISTITUZIONALE -

STATO AIUTI FAMIGLIE PER SCUOLE PRIVATE - "La sinistra dice che io ho attaccato la scuola pubblica, non è vero. Io ho semplicemente detto che se una famiglia poco abbiente manda suo figlio in una scuola pubblica e per sua sfortuna si trova un'insegnante di sinistra che vuole inculcargli dei valori diversi rispetto a quelli della famiglia, lo Stato attraverso del Regioni deve intervenire e dare a quella famiglia il sostegno adeguato per mandare suo figlio in una scuola privata e cattolica". Così il premier Silvio Berlusconi, nel corso del suo intervento alla convention del ministro Brambilla torna sulle polemiche innescate da alcune sue dichiarazioni in merito al ruolo degli insegnanti di sinistra nelle scuole pubbliche.

SIAMO GOVERNO AMICO DELLE MAMME E DELLA FAMIGLIA - "Poiché vantiamo una cultura che predilige l'amore e rifiuta l'invidia e l'odio cerchiamo di essere un governo amico delle donne e soprattutto delle mamme". Lo ha indicato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel messaggio. Berlusconi ha ricordato "i tanti provvedimenti" sviluppati dal governo per la famiglia. "L'abbiamo tutelata con il bonus bebé - ha spiegato - il piano casa, gli affitti agevolati per le giovani coppie, la riduzione dei costi scolastici e il bonus per la scuola privata".

PD, DA BERLUSCONI SU DONNE-FAMIGLIA SOLO RETORICA E FALSITA' - "Con il governo Berlusconi ogni donna che aspetta un figlio è a rischio licenziamento". La responsabile politiche per la famiglia e terzo settore del Pd Cecilia Carmassi commenta così il messaggio che il premier ha inviato alla riunione dell"Associazione nazionale delle mammé a Padova. "Sulla famiglia e sulle donne, solo retorica e falsità - aggiunge - non so con quale faccia, Berlusconi possa affermare di sostenere e tutelare la maternità quando uno dei primi atti del suo governo è stato quello di cancellare il divieto delle dimissioni in bianco: con il governo Berlusconi ogni donna che aspetta un figlio è a rischio licenziamento attraverso la pratica di far firmare alle donne, al momento dell'assunzione, un foglio di dimissioni in bianco". "Non so con quale coraggio Berlusconi - prosegue - riesca a parlare di aiuti sulla casa e sugli affitti. Il suo governo ha praticamente azzerato il fondo nazionale per il contributo sugli affitti e non è in grado di sostenere un piano d'edilizia pubblica rivolto alle giovane coppie e alle famiglie numerose. Da quest'anno grazie ai tagli di Berlusconi e di Tremonti, l'Italia è fanalino di coda in tutta Europa sui finanziamenti alle politiche sociali e alle politiche per la famiglia". "Tutto il resto - conclude - è retorica elettorale, offensiva dell'intelligenza degli italiani e delle italiane".

IDV, PREMIER AMMETTE CHE PROCESSO BREVE E' LEGGE AD PERSONAM - "Il presidente del Consiglio nella sua incontinenza e violenza verbale ha gettato la maschera ed ha ammesso che il processo breve è una legge ad personam. Così pubblicamente dice agli italiani che lui, il satrapo nostrano, é al di sopra della legge è che per colpa sua molti cittadini non avranno giustizia e vedranno i criminali restare impuniti". E' quanto afferma in una nota il portavoce dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando, che aggiunge: "I suoi pretoriani hanno preso in giro gli italiani parlando di riforma epocale: qui di epcali ci sono solo le bugie e l'arroganza di una maggioranza senza dignità e asservita al dittatore del bunga bunga". E' quanto scritto in una nota dell'Idv.

FINOCCHIARO: BERLUSCONI DELIRATE LUI EVERSIVO - "A dispetto del buon senso e delle raccomandazioni del Presidente della Repubblica, che non più tardi di alcuni giorni fa ha invitato al Quirinale tutti i gruppi parlamentari proprio per richiamare a un confronto improntato a maggiore serietà e sobrietà tutte le forze politiche, Berlusconi continua con il suo delirio irresponsabile, oggi contro la magistratura, la Consulta, la scuola pubblica. A questo punto mi pare che l'unico vero eversivo sia lui". Lo dice Anna Finocchiaro, presidente del gruppo Pd del Senato.

ANM A PREMIER, NON CI SONO PAROLE PER ESPRIMERE SDEGNO - "Non esistono parole e aggettivi nuovi per esprimere lo sconcerto e lo sdegno di fronte a queste affermazioni". Lo dice il presidente dell'Anm Luca Palamara a chi lo interpella sulle dichiarazioni sulla magistratura fatte oggi dal presidente del Consiglio.

Domenica 17 Aprile 2011

Castro:cariche non durino oltre 10 anni

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 17/04/2011

6.24 "Le più importanti cariche politiche non devono durare più di 10 anni". E' la proposta lanciata dal presidente cubano Raùl Castro durante il suo discorso di apertura al sesto congresso del Partito comunista di Cuba, all'Avana. E' la prima volta che nell'isola caraibica viene avanzata una simile ipotesi. In relazione alle difficoltà finanziarie del Paese, Castro ha detto che "se si ha 4 non si può spendere 5, tantomeno 6 o 7".

Rifiutò sangue, morta testimone Geova

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 17/04/2011

23.33 Era stata ricoverata a fine febbraio al Saint Charles di Bordighera. Vi era tornata qualche giorno dopo perché le sue condizioni erano peggiorate. Per i medici era necessaria una trasfusione di sangue. Ma lei, 68 anni, testimone di Geova, l'ha rifiutata subito. La figlia si era rivolta alla magistratura: per un vizio di forma la sua istanza è stata rigettata. E la mamma, cosciente fino all'ultimo, è morta. La giurisprudenza è chiara: nessuno può imporre una cura se il paziente è in grado di intendere e di volere.

Fini: Berlusconi non conosce vergogna

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 17/04/2011

15.42 "L'escalation di quotidiane menzogne di Berlusconi non è più tollerabile". Lo dichiara il presidente della Camera e leader di Fli, Fini, replicando alle affermazioni del premier Berlusconi circa un "patto scellerato" sottoscritto con la magistratura. Quindi lancia la "sfida": "Dica il nome del magistrato che glielo avrebbe detto e fornisca le prove a sostegno delle sue parole: se non risponderà, cosa di cui sono certo, gli italiani - conclude Fini - avranno la prova che non sa cosa significhi la parola vergogna".

Lunedì 18 Aprile 2011

Minetti: 'Non accuso né Fede né Mora'

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 18/04/2011

20.08 "Non ho accusato né Emilio Fede, né Mora". Il consigliere regionale della Lombardia Nicole Minetti nega che nella memoria difensiva presentata in Procura a Milano il legale abbia cercato di far ricadere su Mora e Fede la responsabilità per i reati contestati dai pm. "L'interpretazione è sbagliata",ha detto l'avvocato Pesce che l'assiste. "Abbiamo solo evidenziato che non c'è alcun legame tra Ruby e Minetti. Nessun cenno alle ragazze". "Minetti e il suo avvocato hanno bisogno di uno psichiatra", ha commentato intanto Fede.

Berlusconi: siamo noi eredi di libertà

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 18/04/2011

19.39 "Siamo noi, Forza Italia e poi PdL, gli eredi di libertà che oggi difendono e promuovono i valori che vinsero in quel 18 aprile 1948". Così il premier Berlusconi in un messaggio inviato al PdL a Milano per un'iniziativa elettorale. "Oggi - vi si legge - sono molto felice perché vi so riuniti per valorizzare e difendere una pagina fondamentale della nostra storia: quel 18 aprile il popolo italiano scelse la strada della libertà e della democrazia, allontanando lo spettro comunista che minaccioso aleggiava sull'Europa dopo la guerra".

Felicita' cala a 30 anni, non risale prima di 50

ANSA.it, http://www.ansa.it, 18/04/2011

Ricerca: mezza eta' e' quella delle responsabilita'

ROMA- La mezza eta' e' quella delle responsabilita' e dei doveri, e non certo della felicita'. Lo conferma uno studio dell'universita' di Maastricht, secondo cui la curva che definisce lo stato d'animo e' fatta 'a U', con un declino che inizia verso la fine dei vent'anni.

L'analisi, che verra' presentata questa settimana alla Royal Economic Society annual conference di Londra ha registrato che non si ricomincia a essere felici prima di aver superato abbondantemente i 50 anni, quando ormai iniziano a diminuire le aspettative sul futuro: "La diminuzione dopo i 20 anni e' cosi' profonda - spiega Bert van Landeghem, uno degli autori, al Daily Telegraph - che la sua entita' e' paragonabile a quella dopo aver perso il lavoro".

Il fatto che a 60 anni si sia felici quanto a 20 pero', avverte l'esperto, non implica che la vita sia migliore: "Un 25enne e un 65enne sono sicuramente d'accordo sul fatto che la vita migliore sia quella del primo - continua l'esperto, che ha 29 anni - ma il 65enne potrebbe comunque essere piu' felice, perche' ha imparato ad esserlo con quello che ha".

Questo studio conferma diverse altre ricerche in questo campo, che sono arrivate a piazzare addirittura dopo gli 80 anni il momento di 'picco' della felicita', come afferma ad esempio uno studio su oltre 370mila persone presentato recentemente dal'American National Academy of Sciences.

Ahmadinejad: M.O. senza Usa e Israele

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 18/04/2011

11.09 Il presidente iraniano, Mahmud Ahmadinejad, ha detto oggi che sta nascendo "un nuovo medio Oriente, senza il dominio degli Usa e senza l'esistenza del criminale regime sionista", riferendosi a Israele. Gli Usa vogliono "creare tensioni fra l'Iran e gli arabi, tra sunniti e sciiti", ha continuato il presidente. Le sue affermazioni sono la risposta all'appello fatto dai Paesi arabi all' Onu, perchè metta fine alle "ingerenze e provocazioni iraniane".

Parmalat, assolte tutte le banche

ANSA.it, http://www.ansa.it, 18/04/2011

Assolti anche i manager

MILANO - I giudici della seconda sezione penale del tribunale di Milano hanno assolto le banche imputate per la legge 231 in relazione al reato di aggiotaggio per il crack della Parmalat.

Il tribunale ha assolto con le formule o per non aver commesso il fatto o perche' il fatto non sussiste Paolo Botta (Citibank), Giaime Cardi (Credit Suisse), Marco Pracca e Tommaso Zibordi (Deutsche Bank) e Paolo Basso e Carlo Pagliani (Morgan Stanley). ''Perche' l'illecito non sussiste'' e' la formula usata dai giudici per l'assoluzione di Bank of America, Citibank, Morgan Stanley e Deutsche Bank. La Procura di Milano alle quattro banche aveva chiesto confische per quasi 120 milioni di euro e per ognuna dei 4 istituti una sanzione da 900 mila euro. Per le persone fisiche la pubblica accusa aveva chiesto condanne che andavano da 1 anno a 1 anno e 4 mesi, tranne che per Giaime Cardi per la quale era stato chiesto il non doversi procedere per prescrizione.

GLI ABBRACCI DEI LEGALI DOPO LETTURA SENTENZA - Dopo la lettura della sentenza che ha mandato assolti le banche e i loro manager imputati a Milano per il crack Parmalat, prima in aula si è sentito un brusio poi é scoppiata la gioia dei legali. Due addirittura, fuori dall'aula, gremita di persone, si sono abbracciati dicendo 'Non e' successo niente".

Ruby, memoria difensiva Minetti a pm

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 18/04/2011

14.19 Il consigliere regionale del Pdl Nicole Minetti ha depositato,tramite il suo legale Daria Pesce, una memoria difensiva nell'ambito del filone di inchiesta appena chiuso sul caso Ruby,in cui è indagata insieme a Emilio Fede e a Lele mora di induzione e favoreggiamento della prostituzione di 32 ragazze maggiorenni e della minorenne Ruby. La memoria difensiva riguarda solo il secondo capo d'imputazione,il favoreggiamento della prostituzione di Ruby.La Minetti respinge la contestazione e non si sottoporrà a interrogatori.

Truffe a vip, Procura indaga su banche

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 18/04/2011

16.56 La Procura di Roma ha avviato una serie di controlli e accertamenti sull'azione di vigilanza della Banca d'Italia e su alcuni istituti di credito, in particolare sulla Cassa di Risparmio de L'Aquila, utilizzati dalla "Banda dei Parioli" per fare investimenti a nome e per conto dei propri clienti. I pm devono verificare perchè, rispetto a movimentazioni di una certa entità, le banche non abbiano segnalato alla Banca d'Italia, come prevede la legge antiriciclaggio,che erano in corso passaggi di somme ingenti di danaro.

Ungheria: approvata costituzione ultraconservatrice

ANSA.it, http://www.ansa.it, 18/04/2011

Fra i punti controversi il riferimento a Dio e Cristianesimo come 'elementi unificanti' della Nazione

BUDAPEST - Il parlamento ungherese ha approvato una nuova costituzione ultraconservatrice con i soli voti del centro-destra al governo, che occupa i due terzi dei seggi.

La nuova costituzione é passata con 262 sì, 44 no e una astensione, mentre i socialisti e i liberali di Lmp non hanno preso parte al voto. Fra i voti contrari, anche quelli del partito populista di estrema destra Jobbik. Fra i punti controversi che danno alla costituzione un carattere fortemente conservatore, autoritario e nazionalistico, il riferimento nel preambolo a Dio e Cristianesimo come "elementi unificanti" della nazione. E a proposito di quest'ultima, la "nazione politica" viene identificata con la "nazione etnica", discriminando di fatto le minoranze non magiare che vivono nel Paese, e prevede il diritto di voto anche per gli ungheresi che vivono nei Paesi vicini, con il rischio, prevedono gli analisti, di creare attriti con Slovacchia e Romania, dove vivono forti minoranze magiare.

Il testo apre la porta alla proibizione per legge dell'aborto, prevedendo che "la vita del feto sia protetta dal momento del concepimento". Vengono ristrette le competenze della Corte costituzionale, escludendo i campi economico e sociale, ed estesa l'influenza del potere esecutivo sul giudiziario, l'ultimo potere dello stato che fino a oggi era ancora indipendente.

Martedì 19 Aprile 2011

Immigrazione, Obama: riformare sistema

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 19/04/2011

5.30 Anche negli Stati Uniti tengono banco i problemi legati all'immigrazione e la Casa Bianca ha annunciato per domani pomeriggio un incontro su una possibile riforma tra il presidente Barack Obama e diversi gruppi e leader.Alla riunione parteciperanno imprenditori, forze dell'ordine, religiosi e leader attuali e non più in carica. Il presidente vuole discutere sull'importanza di aggiustare "il sistema rotto dell'immigrazione" per soddisfare i bisogni economici e di sicurezza nazionale del 21esimo secolo nel Paese.

Siria, 'insurrezione islamici salafiti'

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 19/04/2011

2.40 Il ministero dell'Interno siriano ha sostenuto che l'"insurrezione" condotta in Siria è fomentata da gruppi islamici radicali salafiti. La dichiarazione è stata resa dal dicastero in un comunicato diffuso dopo che migliaia di manifestanti hanno sfilato nella città di Homs chiedendo la destituzione del presidente Bashar Al Assad. "Non tollereremo le attività terroristiche di questi gruppi armati" e "imporremo fermamente sicurezza e stabilità" nel Paese, recita il comunicato.

Stop governo al nucleare, no a realizzazione centrali

ANSA.it, http://www.ansa.it, 19/04/2011

Esecutivo soprassiede su programma nucleare

ROMA - Il Governo ha deciso di soprassedere sul programma nucleare ed ha inserito nella moratoria già prevista nel decreto legge omnibus, all'esame dell'aula del Senato, l'abrogazione di tutte le norme previste per la realizzazione di impianti nucleari nel Paese. L'emendamento all' articolo cinque del decreto omnibus, presentato direttamente in Aula in mattinata e non inserito nel fascicolo degli emendamenti prestampati, afferma che ''al fine di acquisire ulteriori evidenze scientifiche, non si procede alla definizione e attuazione del programma di localizzazione, realizzazione ed esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare''. L'emendamento, presentato all' ultimo momento, nelle intenzioni del governo avrebbe l'effetto di superare il referendum sul nucleare fissato a giugno e temuto dalla maggioranza.

RUTELLI, GOVERNO FA MARCIA INDIETRO SU CENTRALI - "Il governo fa marcia indietro sul nucleare". Lo dice il leader di Alleanza per l'Italia, Francesco Rutelli che si attribuisce il merito di aver presentato un emendamento per la soppressione del programma nucleare copiato dal governo. "L'esecutivo - spiega Rutelli - ha deciso di presentare un subemendamento che è identico a quello già presentato dai senatori di Api. Con la nostra proposta recepiamo il referendum abrogativo sul nucleare. Si mette fine così- conclude Rutelli- ad una illusione priva di presupposti economici e di garanzie di sicurezza, tanto più alla luce del disastro di Fukushima".

GINEFRA (PD), VERO OBIETTIVO E' L.IMPEDIMENTO - "Il Governo presenta emendamento a Dl omnibus per 'abrogare le disposizioni per i nuovi impianti' cancellando di fatto il piano nucleare. Noi antinuclearisti potremmo gridare vittoria, in realtà è l'ennesima pagina triste di questa Legislatura". Così il deputato democratico Dario Ginefra che aggiunge: "si cerca di non far raggiungere il quorum al Referendum per timore che possa essere abrogata la norma sul legittimo impedimento e si lascia il Paese senza un Piano energetico. Anche gli ambientalisti non possono che gridare all'irresponsabilità di Berlusconi e del suo Governo".

Stop governo al nucleare, no realizzazione centrali

ANSA.it, http://www.ansa.it, 19/04/2011

Esecutivo soprassiede su programma nucleare. Romani: 'Futuro è rinnovabili e energia verde'

ROMA - Il Governo ha deciso di soprassedere sul programma nucleare ed ha inserito nella moratoria già prevista nel decreto legge omnibus, all'esame dell'aula del Senato, l'abrogazione di tutte le norme previste per la realizzazione di impianti nucleari nel Paese.

L'emendamento all' articolo cinque del decreto omnibus, presentato direttamente in Aula in mattinata e non inserito nel fascicolo degli emendamenti prestampati, afferma che ''al fine di acquisire ulteriori evidenze scientifiche, non si procede alla definizione e attuazione del programma di localizzazione, realizzazione ed esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare''. L'emendamento, presentato all' ultimo momento, nelle intenzioni del governo avrebbe l'effetto di superare il referendum sul nucleare fissato a giugno e temuto dalla maggioranza.

SENATO VOTA DOMANI STOP REALIZZAZIONE CENTRALI - L' Aula del Senato votera' domani mattina l'emendamento del governo al decreto omnibus che abroga le norme previste per la realizzazione di centrali nucleari in Italia. L' emendamento sostituisce la richiesta di moratoria contenuta nell' articolo cinque del decreto e ha suscitato le proteste dell' opposizione che hanno parlato di una mossa per evitare il referendum sul nucleare. L'opposizione, in particolare l'Udc, ha chiesto che il governo riferisca sulla politica energetica dopo la decisione di abbandonare, di fatto, il piano nucleare

CDM INDIVIDUERA' NUOVA STRATEGIA ENERGETICA - ''Con l'emendamento viene affidato al Consiglio dei Ministri la definizione di una nuova Strategia energetica nazionale. La Strategia terrà conto delle indicazioni stabilite dall'Ue e dai competenti organismi internazionali; e, prima di essere approvata definitivamente dal Consiglio dei Ministri, sarà sottoposta all'esame della conferenza Stato-Regioni e delle competenti Commissioni parlamentari''. E' quanto si legge in una nota di palazzo Chigi in cui si da' conto dell'emendamento al decreto legge 34 per l'abrogazione delle norme riguardanti il programma di localizzazione, realizzazione ed attività sul territorio nazionale di impianti nucleari. ''Il Governo - si legge nel comunicato della presidenza del Consiglio dei ministri - ha presentato oggi un emendamento al decreto legge 34 attualmente all'esame del Senato. L'emendamento prevede l'abrogazione delle norme riguardanti il programma di localizzazione, realizzazione ed attività sul territorio nazionale di impianti nucleari''. ''Nello specifico - prosegue la nota - vengono abrogate le norme relative al nucleare contenute nel decreto-legge n. 112 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008; nella legge n. 99 del 2009; nel decreto legislativo n. 104 del 2010; nel decreto legislativo n. 31 del 2010 e nel decreto legislativo n. 41 del 2011''.

ROMANI, FUTURO E' RINNOVABILI E ENERGIA VERDE - "E' adesso importante andare avanti e guardare al futuro, impiegando le migliori tecnologie disponibili sul mercato per la produzione di energia pulita, in particolar modo per quanto riguarda il comparto delle rinnovabili e dell'energia verde". Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, dopo lo stop alla realizzazione delle centrali nucleari, sottolineando l'intenzione del governo di "presentare al più presto, nell'ambito della Conferenza per l'Energia che convocheremo subito dopo l'estate, una nuova strategia energetica che rafforzi e potenzi il sistema produttivo ed energetico italiano per il prossimo ventennio". L'emendamento presentato oggi, spiega Romani in una nota, "consentirà al governo di accelerare sulla presentazione di una nuova strategia energetica nazionale, a cui stiamo già lavorando con forte impegno". L'obiettivo è quello di "individuare le nuove misure necessarie per garantire la sicurezza e la diversificazione dell'approvvigionamento energetico, per potenziare lo sviluppo delle infrastrutture e per sostenere gli investimenti in ricerca e sviluppo di questo settore così importante per il nostro Paese". In questo senso, prosegue il ministro, "la decisione di abrogare i dispositivi di legge sulla realizzazione di impianti nucleari è perfettamente in linea con le strategie assunte da grandi Paesi come Germania, Stati Uniti, Giappone, Russia che, alla luce del disastro di Fukushima, stanno riprogrammando le proprie strategie. Scelte così importanti per il nostro futuro - conclude - non possono essere fatte sulla base di ondate emotive o di strumentalizzazioni politiche. Bisogna invece procedere sulla base di linee razionali, forti e condivise anche a livello comunitario".

BERSANI, GOVERNO SCAPPA DA PROPRIE DECISIONI - "Il governo con ogni evidenza scappa dalle sue stesse decisioni". Così il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha commentato, parlando con i giornalisti fuori dalla sede del partito, il blocco del programma nucleare deciso dell'esecutivo. "Credo che questa - ha proseguito - sia in ogni caso una vittoria nostra, di chi già prima dell'incidente in Giappone aveva messo in luce l'assurdità del piano così come il governo lo aveva concepito". "Ora dobbiamo uscire dall'ambiguità - ha detto Bersani - e dire quale politica energetica vogliamo fare: non basta la moratoria sul nucleare, perché si aspettano risposte sulle energia rinnovabili dopo il disastro del decreto Romani. Noi incalzeremo il governo - ha affermato il segretario del Pd - e domani faremo un question time in cui vogliamo risposte chiare perché ci sono 100mila persone, per lo più giovani, che stanno perdendo il lavoro".

DI PIETRO, GOVERNO TENTA ENNESIMA TRUFFA ITALIANI - "L'ennesima truffa del governo agli italiani": così il leader di IdV Antonio Di Pietro, in una conferenza stampa a Montecitorio, ha definito l'emendamento inserito dall'Esecutivo nella moratoria al nucleare prevista nel decreto legge omnibus all'esame del Senato. "Se il governo - ha spiegato Di Pietro - avesse deciso di rinunciare al nucleare non potremmo che essere felici. Invece con questo emendamento si dice soltanto che si posticipa l'individuazione delle località in cui realizzare le centrali". "Non giochiamo a fare i furbi. E' evidente - ha proseguito - che l'esecutivo ha capito che la partita referendaria è persa e la vuole far finire prima del tempo".

RUTELLI, GOVERNO FA MARCIA INDIETRO SU CENTRALI - "Il governo fa marcia indietro sul nucleare". Lo dice il leader di Alleanza per l'Italia, Francesco Rutelli che si attribuisce il merito di aver presentato un emendamento per la soppressione del programma nucleare copiato dal governo. "L'esecutivo - spiega Rutelli - ha deciso di presentare un subemendamento che è identico a quello già presentato dai senatori di Api. Con la nostra proposta recepiamo il referendum abrogativo sul nucleare. Si mette fine così- conclude Rutelli- ad una illusione priva di presupposti economici e di garanzie di sicurezza, tanto più alla luce del disastro di Fukushima".

BONELLI, NO GOVERNO? TRUCCO PER NON FARE REFERENDUM - "Lo stop del governo al folle programma nucleare non è per convinzione, ma per paura e necessità: paura di perdere le elezioni amministrative e di venire travolto dal referendum del 12 e 13 giugno che avrebbero portato anche alla completa abrogazione della legge sul legittimo impedimento". Lo dichiara il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli in una nota. "Questa ritirata del governo - aggiunge - è già di per sé una vittoria di tutti i cittadini e degli ecologisti che si sono mobilitati per mesi per fermare questa vera e propria follia. E' una vittoria per noi Verdi che già con il referendum del 1987 abbiamo consegnato un grande risultato all'Italia, tenendola al riparo dalla follia nucleare". "Ma il governo non ha assolutamente cambiato idea sul nucleare. Si tratta di un trucco per far saltare il quorum ai referendum e poi ripresentare in un secondo momento il decreto per le centrali, magari affidandosi ad un nuovo partner commerciale come gli americani di Westinghouse, con cui i contatti, come abbiamo denunciato nei giorni scorsi sono molto intensi - conclude Bonelli - Come mai, infatti l'Agenzia per la Sicurezza nucleare di Veronesi rimane operativa e non viene soppressa?".

GINEFRA (PD), VERO OBIETTIVO E' L'IMPEDIMENTO - "Il Governo presenta emendamento a Dl omnibus per 'abrogare le disposizioni per i nuovi impianti' cancellando di fatto il piano nucleare. Noi antinuclearisti potremmo gridare vittoria, in realtà è l'ennesima pagina triste di questa Legislatura". Così il deputato democratico Dario Ginefra che aggiunge: "si cerca di non far raggiungere il quorum al Referendum per timore che possa essere abrogata la norma sul legittimo impedimento e si lascia il Paese senza un Piano energetico. Anche gli ambientalisti non possono che gridare all'irresponsabilità di Berlusconi e del suo Governo".

ECODEM, EMENDAMENTO TRUFFA PER COLPIRE REFERENDUM - ''Addio al referendum sul nucleare. Il Governo vigliaccamente toglie la parola agli elettori, portando in Aula un emendamento al decreto omnibus che verra' votato tra oggi e domani che intende abrogare le disposizioni relative alla realizzazione degli impianti nucleari. E addio anche alla moratoria di un anno, perche' la procedura viene semplicemente sospesa sine die, in attesa forse di tempi migliori e sicuramente dopo avere aggirato l'ostacolo del referendum che avrebbe bocciato l'avventura nuclearista del Governo''. Lo dicono i senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante. ''La paura fa novanta - dicono Della Seta e Ferrante - e il Governo pavido preferisce far saltare il quesito referendario, nel fondato timore che la bocciatura degli elettori fosse la pietra tombale sull'assurdo e pericoloso ritorno delle centrali atomiche nel nostro Paese''. ''Quella del governo - concludono i senatori - non e' altro che una legge truffa in salsa nucleare, ma considerando che tutti i maggior Paesi si avviano a uscire dall'energia atomica, questo trucchetto e' il definitivo harakiri dei nuclearisti nostrani''.

REALACCI, ORA INVESTIRE SU RICERCA E RINNOVABILI - "Sul nucleare il Governo terrorizzato dal giudizio degli italiani è costretto a fare marcia indietro. Il disastro che si è purtroppo verificato a Fukushima ha denudato la propaganda nucleare, ma chi è sempre stato contrario al ritorno al nucleare sa bene che si tratta di una scelta vecchia, sbagliata, impopolare e antieconomica per l'Italia. Dai dati in nostro possesso, di fatti, la maggior parte degli italiani, anche tra gli elettori del centro destra, è profondamente contraria ad un ritorno all'atomo", lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando l'approvazione in Senato di un emendamento al decreto omnibus che abroga le norme per la realizzazioni delle centrali e di fatto ferma il piano nucleare. "Ora - prosegue Realacci - c'è una ragione in più per non perdere altro tempo con ingombranti feticci del passato e investire sulla ricerca, sul risparmio e sull'efficienza energetica, sulle fonti rinnovabili. Tutti campi in cui l'Italia può dare molto e che possono rappresentare il vero futuro per il nostro paese".

Mercoledì 20 Aprile 2011

Berlusconi sara' il 7 a Milano, il 13 a Napoli Grillo:' Saremo noi la sorpresa

ANSA.it, http://www.ansa.it, 20/04/2011

ROMA - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, prendera' parte ad una manifestazione popolare a sostegno di Letizia Moratti il 7 maggio a Milano mentre il 13 sara' presente a Napoli per chiudere una manifestazione elettorale a sostegno di Gianni Lettieri. La decisione, a quanto si apprende, e' stata presa nel corso di un vertice a Palazzo Grazioli tra il Cavaliere e lo stato maggiore del partito. ''Abbiamo messo in cantiere due manifestazioni e da parte di Berlusconi ci sara' il massimo impegno. Il 7 maggio ci sara' quella di Milano mentre il 13 a Napoli''. Lo afferma il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, al termine del vertice del Pdl a Palazzo Grazioli.

BERLUSCONI SODDISFATTO, PDL CRESCE OVUNQUE - ''Il presidente Berlusconi e' contentissimo dei sondaggi perche' danno il Pdl in crescita ovunque''. E' quanto riferisce un dirigente del Pdl presente al vertice di Palazzo Grazioli nel corso del quale il voto delle prossime amministrative e' stato uno dei temi dominanti. L'impressione che i vertici del partito di Via dell'Umilta' traggono dagli ultimi dati in possesso del premier e' che a Milano, ad esempio, Letizia Moratti possa passare ''al primo turno''. Il leader del Pdl, sempre stando alla stessa fonte, ha assicurato il massimo impegno durante la campagna elettorale.

GRILLO: 'MOVIMENTO SARA' SORPRESA, POI PARLAMENTO' - Il Movimento a 5 stelle alle prossime amministrative''sara' una sorpresa, perche' la gente comincia ad accorgersene''. E dopo essere approdato nei Consigli comunali di grandi citta' come Milano, Napoli, Torino e Bologna, ''il decorso naturale sara' il Parlamento: metteremo li' una trentina di cittadini con in mano la tecnologia, Facebook, la Rete, per mettere dentro progetti e portare fuori trasparenza''. Parola di Beppe Grillo. Il comico genovese con il suo Movimento ha presentato candidati sindaci in 85 Comuni d'Italia. E promette che per voti raccolti saranno una vera ''sorpresa''. Gli altri partiti? ''Sono morti. Sono tutti zombie, sono il passato, sono polvere'', dice Grillo all'ANSA. E lo ripetera' nei 70 comizi in programma di qui al giorno del voto. ''Il mondo lo hanno cambiato quelli di 18 anni, non quelli di 74 senza prostata'', sottolinea, con riferimento alla giovane eta' dei candidati del Movimento. E aggiunge: ''Noi non siamo un partito. Non prendiamo soldi. E portiamo al voto chi in genere non va a votare, ma ora accetta di mettersi in gioco. Tanto cosa abbiamo da perdere? Siamo un Paese fallito'

Acqua: inaccessibile per 1 mld di persone

ANSA.it, http://www.ansa.it, 20/04/2011

Su Water Economy il primo Bcfn Talks di Barilla Center for food & Nutrition

Oltre 1 miliardo di persone non ha accesso a risorse idriche sufficienti: una persona su sei in particolare dispone di meno di 20 litri d'acqua dolce al giorno, quello che e' indicato dall'Onu come fabbisogno minimo giornaliero pro capite per assicurare i bisogni primari legati all'alimentazione e alle condizioni igienico-sanitarie. E' il grido d'allarme lanciato dal Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn) (www.barillacfn.com/it/water-economy/webinar) che sottolinea la water economy tra le ''priorita' globali''.

Nel prossimo futuro, afferma Bcfn, una delle più grandi sfide su scala globale sarà gestire la scarsità della risorsa più preziosa, l'acqua potabile: si stima che solo 9-14.000 km3 d'acqua, pari a circa lo 0,001% del totale, siano effettivamente disponibili per l'utilizzo da parte dell'uomo.

I dati delle Nazioni Unite, inoltre, indicano come a livello mondiale il consumo pro capite giornaliero vari notevolmente tra i diversi Paesi, soprattutto tra sviluppati e in via di sviluppo: si passa dai 575 litri degli Stati Uniti ai 385 dell'Italia e ai 285 della Francia, dai 180 del Brasile ai 135 dell'India e agli 85 della Cina, ma gli stessi dati sottolineano che quasi un miliardo di persone non abbia accesso a risorse idriche sufficienti e adeguate. Anche lo sviluppo economico dei Paesi emergenti, con l'espansione dell'industria e turismo, unito al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni che vivono nei Paesi emergenti, generano una maggiore richiesta di risorse idriche.

Di 'water economy' si parla al primo Bcfn Talks, organizzato dal Barilla Center for Food & Nutrition nella modalità di webinar, trasmesso in diretta sul sito web www.barillacfn.com alle ore 17. Saranno presenti Barbara Buchner, direttore del Climate Policy Initiative di Venezia e membro dell'Advisory Board del Barilla Center for Food & Nutrition; Ashok Chapagain, senior water advisor di Wwf-UK; Stella Thomas, fondatrice ed executive director del Global Water Fund.

Acqua: Bcfn, risparmio idrico con menu vegetariani

ANSA.it, http://www.ansa.it, 20/04/2011

Una dieta ricca di carne ha una impronta idrica maggiore

Acqua: Bcfn, risparmio idrico con menu vegetariani Acqua: Bcfn, risparmio idrico con menu vegetariani

Il risparmio idrico puo' partire anche dalle scelte a tavola. L'uomo, che per bere utilizza in media dai due ai cinque litri al giorno di ''oro blu'', e' una macchina idrovora anche quando mangia. Il consumo d'acqua virtuale giornaliero per alimentarsi varia da circa 1500-2600 litri nel caso di una dieta vegetariana a circa 4000-5400 litri in caso di una dieta ricca di carne. E' quanto stima il Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn) che alla water economy dedica il primo Bcfn Talks, trasmesso in diretta sul sito web www.barillacfn.com.

Il contenuto d'acqua - o più precisamente l'''impronta idrica'' - di un prodotto e' costituito dal volume d'acqua dolce consumata direttamente o indirettamente per realizzarlo, calcolato sommando tutte le fasi della catena di produzione.

Confrontando gli impatti, in termini di impronta idrica, di un menu a base di verdure e cereali con un altro che prevede la colazione con una tazza di latte e una bistecca di carne alla griglia (150 grammi) a cena, si evince come l'inserimento, per quanto contenuto, nel menu di prodotti di allevamento, come latte e carne, comporti un aumento di circa tre volte del consumo di risorse idriche. Latte e carni presentano infatti un contenuto di acqua virtuale maggiore rispetto a prodotti coltivati, come frutta e verdura, per via del notevole consumo di prodotti agricoli utilizzati per nutrire gli animali da allevamento in vista della trasformazione in risorse alimentari, rendendo quindi in tal modo meno ''sostenibile'' un menu caratterizzato dall'elevata presenza di prodotti di allevamento.

Unipol, pm: condannare Consorte e Fazio

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

17.54 Il pm di Milano, Orsi, ha chiesto una condanna a 4 anni e 7 mesi per l'ex presidente di Unipol,Giovanni Consorte, e una di 3 anni e mezzo per l'ex governatore di Banca Italia, Antonio Fazio, nel processo sulla tentata scalata di Unipol a Bnl. Per il primo chiesta anche una multa di 1,2 milioni, per il secondo di 700 mila euro. Nel processo sono 28 gli imputati, tra cui 7 società; le accuse sono aggiotaggio,insider trading,ostacolo alle autorità di controllo.

Stop a centrali nucleari, sì del Senato

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

17.07 Il Senato approva l'emendamento del governo al decreto Omnibus, che abroga le norme necessarie per le realizzazioni delle centrali nucleari in Italia. L'emendamento sancisce l'abbandono del piano energetico nucleare definito nella legge del 2009 e, sottolinea il governo, cancella le norme oggetto del referendum di giugno. Con l'approvazione dell'emendamento, ha precisato il ministro dello Sviluppo Romani,"vengono abrogate le norme oggetto del quesito referendario".

FOTO: Il disastro, le spiagge e le proteste

ANSA.it, http://www.ansa.it, 20/04/2011

ROMA - A un anno dall'affondamento della piattaforma petrolifera 'Deepwater Horizon' della British Petroleum (Bp) nel Golfo del Messico, Greenpeace mette online i documenti ''segreti'' dell'incidente ''con i tentativi del governo americano e della BP di ridimensionarne la portata''. E', infatti, accessibile a tutti il sito web 'PolluterWatch' (polluterwatch.org/research), una sorta di Wikileaks dell'ambiente, dove sono presenti ''30.000 pagine di documenti riservati sinora inediti, ottenuti grazie alle norme Usa sulla libertà d'informazione''.

Lo scopo del database - riferisce la stessa Greenpeace - e' di rendere disponibile un'informazione trasparente e facilitare le richieste di indennizzo di decine di migliaia di cittadini danneggiati. Tra i documenti pubblicati c'e' la corrispondenza riservata tra il governo Usa e Bp, contrasti tra scienziati e amministrazione, e la registrazione delle conversazione dei piloti in volo sulla zona. Tra le scoperte, spiega l'associazione griffata arcobaleno, ''il tentativo del Governo americano di minimizzare'', la sottovalutazione ''dell'impatto del petrolio sull'ecosistema marino'' da parte degli ''ufficiali governativi'', e ''il tentativo di Bp di manipolare le ricerche mentre era in corso l'emergenza nel Golfo del Messico''.

Truffe vip, 'No indagini su Bankitalia'

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

0.01 Non riguardano la Banca d'Italia, le indagini in corso sulla megatruffa da 170 milioni messa a segno dalla "Banda dei Parioli", a danno di vip. Lo ha precisato la Procura di Roma, dopo le notizie diffuse ieri, e attribuite a fonti della stessa Procura, riguardo a verifiche su Bankitalia e altre banche. "Palazzo Koch ha invece fornito la consueta, spontanea ed efficace collaborazione", ha sottolineato il Procuratore Ferrara. Spunta intanto una nuova ipotesi di reato, riciclaggio, per la quale vi sarebbero tre indagati.

Obama: Golfo del Messico, molto da fare

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

13.14 La bonifica nel Golfo del Messico registra "progressi significativi", ma il lavoro "non è ancora concluso". Così il presidente Usa Obama, a un anno dal disastro ambientale causato dallo scoppio della piattaforma "Deepwater Horizon". Obama ha ricordato le 11 vittime dell' incidente e assicurato che non lesinerà sforzi per ripristinare la qualità dell'ambiente e del pesce della zona. Il capo della Casa Bianca ha infine preannunciato una "riforma radicale per lo sfruttamento e la produzione off shore di petrolio".

Romani: no al referendum sul nucleare

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

13.02 Il referendum sul nucleare? "I cittadini sarebbero chiamati a scegliere tra poche settimane tra un programma di fatto superato e una rinuncia definitiva sull'onda dell'emozione,assolutamente legittima, dopo l'incidente di Fukushima,senza però avere sufficienti elementi di chiarezza", dice Romani, parlando al Senato sullo stop del governo alla costruzione d'impienti atomici. L'alt del governo al nucleare, precisa il ministro dello Sviluppo,risponde alla necessità di aspettare gli standard di sicurezza dell'Unione europea.

Ceroni: Parlamento titolare volontà popolo, no Colle

ANSA.it, http://www.ansa.it, 20/04/2011

ROMA - ''L'Italia e' una Repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralita' del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volonta' popolare espressa mediante procedimento elettorale''. E' il testo dell'unico articolo di una proposta di legge costituzionale presentata alla Camera dal deputato del Pdl Remigio Ceroni.

Il testo mira a modificare, sostituendolo, l'articolo 1 della Costituzione ed e' stato presentato a Montecitorio nei giorni scorsi. L'atto, che ha il numero 4292 ma non e' ancora stato pubblicato, stabilirebbe di fatto una gerarchia tra i poteri dello Stato, si intitola ''Modifica dell'articolo 1 della Costituzione, concernente la centralita' del Parlamento nel sistema istituzionale della Repubblica''.

Centralita', si sottolinea nella relazione che lo accompagna, che non hanno ne' il governo, ne' la Consulta, e neanche il presidente della Repubblica.

''La mia e' una proposta di legge fatta a titolo personale. Non ne ho parlato con Berlusconi ne' con altri dirigenti del Pdl. Ho fatto alcune riflessioni in questo periodo ed a mio avviso credo che vada riaffermata la centralita' del Parlamento'' spiega Ceroni.

Per l'esponente del Pdl quello che e' da evitare e' ''il nascere e svilupparsi di un'eversione e soprattutto il sopravvento di poteri non eletti dal popolo e privi di rappresentanza politica''. Ecco perche', sottolinea ancora il deputato del Popolo ella Liberta' ''e'necessario'' riaffermare ''nel primo articolo della Costituzione la centralita' del Parlamento''.

IDV: ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE - ''Dal Pdl arriva un vero e proprio attentato alla Costituzione. La proposta di legge che e' stata presentata per modificare l'articolo 1 della Costituzione e' eversiva e tende a modificare il sistema di pesi e contrappesi fra i poteri dello Stato stabilito dai padri costituenti. Vogliono la dittatura della maggioranza, ledere l'autonomia e l'indipendenza della magistratura, attaccare la funzione della Corte Costituzionale e le prerogative del Capo dello Stato. Sarebbe uno stravolgimento della forma repubblicana della nostra Carta''. E' quanto afferma il portavoce dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando. ''Come recita l'articolo 1 - sostiene Orlando - la sovranita' appartiene al Popolo e non al dittatore del bunga bunga''. ''Faremo le barricate per difendere i principi cardine della Carta e ci appelliamo al presidente della Repubblica, supremo garante della Costituzione, affinche' ne difenda i principi fondamentali che sono oggetto delle mire eversive di questo governo''.

BONELLI, E' ATTACCO A NAPOLITANO E COSTITUZIONE - ''Quello del PDL e' un attacco inaudito e senza precedenti alla Costituzione ed al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano''. Lo dichiara il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli nel commentare la proposta di legge costituzionale di Remigio Ceroni , del Popolo della liberta', che punta a modificare l'articolo 1 della Costituzione indicando la centralita' del Parlamento rispetto a tutte le altre cariche istuzionali. ''Ormai siamo alle prove tecniche di autoritarismo ed al tentativo di una svolta autoritaria degno dei regimi dove la democrazia viene calpestata: lo scontro perenne tra poteri dello stato cercato da Berlusconi non fa altro che alimentare la tensione nel nostro Paese''.

Mediaset, governo per conflitto poteri

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

16.22 La presidenza del Consiglio, secondo quanto si è appreso, solleverà conflitto di attribuzioni dinanzi alla Corte costituzionale per chiedere l'annullamento della decisione con cui i giudici di Milano nel processo Mediaset non ritennero legittimo impedimento,il 1°marzo 2010, l'assenza in udienza di Berlusconi impegnato a presiedere un CdM. Il governo ha dato mandato all'Avvocatura generale dello Stato che starebbe preparando il testo del conflitto lamentando la lesione del principio di leale collaborazione tra poteri.

Libia, da Italia 10 istruttori militari

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

15.16 L'Italia metterà a disposizione del Consiglio degli insorti in Libia 10 addestratori militari. Lo ha annunciato il ministro della Difesa, La Russa, spiegando "l'invio di truppe di terrà è un'ipotesi impercorribile". La decisione è stata presa dopo un colloquio tra il presidente Berlusconi e il britannico Cameron. Gran Bretagna e Francia hanno già annunciato l'invio di un ridotto numero di ufficiali di collegamento nel Paese nordafricano.

Veronesi: nucleare non va escluso

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 20/04/2011

14.43 "Rimango convinto che per risolvere il drammatico problema energetico del futuro dovremo pacatamente valutare i rischi e i benefici di tutte le fonti di energia,senza escludere il nucleare" Così il presidente dell'agenzia per la sicurezza nucleare,Veronesi. "Alla luce dell'incidente giapponesedice l'ex ministro- la scienza studia nuovi elementi di sicurezza e nuove soluzioni, come i reattori di quarta generazione (autofertilizzanti e quindi senza scorie) o le reti di minireattori più flessibili e sicuri".

Franzoni, da morte Samy a Cogne bis

ANSA.it, http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/speciali/2011/04/19/visualizza_new.html_899731138.html, 20/04/2011 15.48 +200

Giovedì 21 Aprile 2011

Vicepresidente Ue accusata di plagio

Ultim'ora Televideo, http://www.televideo.rai.it, 21/04/2011

23.25 Dopo il caso Guttemberg, il ministro della difesa dimessosi per aver copiato la sua tesi di dottorato, un altro politico tedesco è accusato di plagio. Questa volta lo scandalo tocca Bruxelles, perchè la liberaldemocratica KochMehrin, vicepresidente dell'Europarlamento, è stata accusata dal sito web Vroniplag Wiki di aver copiato ampie parti della sua tesi di dottorato. La Koch-Mehrin finora non ha commentato, mentre l'università di Heidelberg ha aperto un'inchiesta.

Parte settimana prevenzione, vaccini salvano 3 milioni di vite

ANSA.it, http://www.ansa.it, 21/04/2011

Al via campagna europea, 'ancora molto da fare anche in Italia'

In trecento anni di storia, da quando lady Wortley Montague, moglie dell'ambasciatore britannico in Turchia, osservo' che i turchi utilizzavano croste di vaiolo per immunizzare le persone sane, i vaccini hanno fatto molta strada, e oggi sono tre milioni le persone che ogni anno devono la vita a un'iniezione, ma ancora molto lavoro si deve aggiungere a quello fatto dai vari Jenner e Pasteur di tutto il mondo per riuscire a debellare anche le malattie che sarebbero prevenibili. Lo ricorda l'Organizzazione Mondiale della Sanita', che anche quest'anno ha lanciato in contemporanea in tutto il mondo, Europa compresa, la 'Settimana dell'immunizzazione'.

Che ci sia ancora molto da fare lo testimoniano le cifre fornite dall'agenzia dell'Onu: sono tre milioni le vite salvate ogni anno nel mondo, un traguardo eccezionale, ma ci sono altrettante vite che invece vengono perse per malattie che si potrebbero prevenire con un'iniezione, e quasi la meta' sono bambini. L'85% delle 1,4 milioni di morti annuali prevenibili sotto i 5 anni di eta' e' dovuto infatti a pertosse, morbillo e al batterio Haemophilus influentiae, per cui i vaccini esistono da anni.

Il problema, avverte la sezione europea dell'Oms, non riguarda solo i paesi in via di sviluppo: "In ogni paese d'Europa ci sono gruppi che non vengono vaccinati e rimangono suscettibili di malattie - avverte un comunicato dell'Oms Europea - come dimostrano le recenti epidemie di morbillo in Germania, Francia, Italia e Spagna. Inoltre molte persone non conoscono l'importanza dei vaccini, o tendono a sottostimarla perche' non hanno visto gli effetti delle malattie che prevengono".

Durante la settimana tra il 23 e il 30 aprile in 52 paesi della regione europea dell'Oms si terranno iniziative per la sensibilizzazione sulla vaccinazione, che quest'anno ha come testimonial il calciatore Ronaldinho protagonista di uno spot che invita i genitori a vaccinare i figli per farli essere 'dei veri campioni'. Il messaggio e' valido anche in Italia, dove la situazione e' composita e tutt'altro che ottimale: "Sul fronte delle vaccinazioni obbligatorie siamo tra i paesi piu' avanzati al mondo - spiega Walter Ricciardi, direttore dell'Istituto di Igiene dell'universita' Cattolica di Roma - mentre per le raccomandate si hanno alcune Regioni come Veneto, Toscana e Puglia che sono all'avanguardia, mentre altre, non necessariamente al Sud, non riescono ad organizzarsi anche quando ci sono dei fondi specifici. Bisogna dire inoltre che il piano nazionale per le vaccinazioni e' fermo al 2007, ora ne e' stato approvato finalmente uno nuovo e si spera che le Regioni facciano di tutto per applicarlo al meglio".

Oltre al gia' citato morbillo, di cui ancora si registrano focolai nel nostro paese, l'esperto cita altre sfide per il futuro: "Abbiamo pianificato l'introduzione dei vaccini contro il meningococco C, lo penumococco e la varicella, oltre al raggiungimento del 95% di copertura per le ragazze contro l'Hpv - spiega Ricciardi - speriamo che venga applicato perche' i costi sono irrisori se paragonati ai vantaggi".

Wojtyla: papa,stiamo per beatificare grande testimone Dio

ANSA.it, http://www.ansa.it, 21/04/2011

Il Papa: 'Non dobbiamo dimenticare che anche oggi esistono esempi luminosi di fede'

CITTA' DEL VATICANO - "Quando il prossimo primo maggio verrà beatificato Papa Giovanni Paolo II, - ha affermato il Papa nell'omelia della messa del crisma celebrata in San Pietro - penseremo pieni di gratitudine a lui quale grande testimone di Dio e di Gesù Cristo nel nostro tempo, quale uomo colmato di Spirito Santo. Insieme con lui - ha aggiunto - pensiamo al grande numero di coloro che egli ha beatificato e canonizzato e che ci danno la certezza che la promessa di Dio e il suo incarico anche oggi non cadono nel vuoto".

Nonostante tutta la vergogna per i nostri errori, non dobboamo, però, dimenticare che anche oggi esistono esempi luminosi di fede; che anche oggi vi sono persone che, mediante la loro fede e il loro amore, danno speranza al mondo, ha detto Benedetto XVI per introdurre la riflessione su papa Wojtyla. La sua osservazione è giunta dopo la denuncia del fatto che l'Occidente ha perso la fede e si è distaccato dal cristianesimo e così "dalla sua storia e cultura".

Vacanze anti-crisi con baratto

ANSA.it, http://www.ansa.it, 21/04/2011

Soggiorno in cambio di piccoli lavori. Vacanze pagate con le cose

Vacanze anti crisi con la formula del baratto. In cambio di piccoli lavori manuali, un po’ di giardinaggio, di alcune ripetizioni o di un mini corso di informatica. Mentre l’Istat fotografa il ridursi del pil, il mondo del baratto arriva in soccorso di chi non vuole e non può più permettersi di spendere per viaggiare. Ma barattare diventa anche un nuovo stile, un modo per scoprire che esistono nuove relazioni e nuovi modi di spostarsi da un luogo all’altro, magari conoscendosi di più.

Aumentano così le offerte in locande, nei B&B, negli agriturismi e nelle case private per vacanze ‘pagate’ con le cose invece di euro e carte di credito. Intanto su face book la crisi aguzza le formule. Offresi vacanza in campagna in cambio di chi sa costruire un recinto per gli animali. Offresi week end al mare in cambio di un corso di cucina. C’è anche chi offre una mini vacanza in città in cambio di libri o quadri, oppure in cambio di vestiti. Ci si scambia anche l’ospitalità tra una città all’altra o da un paese all’altro in modo da viaggiare spendendo il minimo. Soluzione molto economica è quella di soggiornare a casa di qualcuno e offrire una camera o anche solo un divano a gente in viaggio.

E’ il "Couch - Surfing", che significa "saltare da un divano all'altro" c’è un sito che riunisce le offerte di tutto il mondo con tutte inserzioni gratuite (www.couchsurfing.org/) che ha già raggiunto nel mondo i 2 milioni di utenti.

C’è anche il sito Belodged (www.belodged.com/) l'agenzia che ha sede in Svizzera offre la possibilità, tramite un'iscrizione gratuita on line, di scambiarsi pernottamenti in tutto il mondo, offrendo la propria abitazione ad altri che aderiscono al circuito.

Vacanze baratto in molti bed and breakfast, che in Italia aprono le porte agli ospiti che ‘pagano’ il proprio soggiorno aggiustando qualcosa, cambiando un rubinetto o rimettendo in sesto un vecchio mobile. Tra i primi a lanciare questa ospitalità, una coppia di artisti di ceramica che hanno restaurato un’antica casa nel centro di Bosa in Sardegna e che,convinti che l’ospitalità ha ancora un sapore antico, hanno aperto le porte alle vacanze-baratto. Pochi mesi fa hanno deciso di continuare a viaggiare e cosi’ hanno comunicato nel loro blog che la loro casa dal portone blu attende chi vorrà proseguire la loro esperienza. Ma la formula vive in molti b&b sparsi un po’ dovunque in Italia e anche in alcuni alberghi. Cercando sul web e si possono trovare gli indirizzi giusti ( anche se non è molto facile).

A Lecce si può andare alla Casa Vacanze Isabella Spiaggia Sabbiosa (Cell. 320 6923572). Il proprietario spiega che sono gli ospiti a decidere cosa scambiare, ma in genere vengono preferiti i libri, in modo da lasciarli per gli ospiti successivi. Ancora in Sardegna c’è il b&b Bonsai ad Alghero nella zona Riviera del Corallo con vacanze-baratto tutto l'anno. Stessa formula in Sicilia nel B&B Villa Pellegrino a Marsala (Tel. 0923.991397-721341) e alla Casa Quattroventi, in zona Pianoconte, nella zona mare (tel. 349 4735742).

Vacanze-baratto anche in montagna in Trentino al garni’ Edy in Val di Fiemme (Tel. 0462 340472 – 3355635007). Ma la stessa formula si trova a sorpresa anche nelle grandi città come nel B&B Porta Garibaldi nel centro di Milano (Tel. 02 29061419 335 – 8044030). ‘’Qui scambiamo ospitalità con le cose – spiega la proprietaria, naturalmente non è sempre possibile, soprattutto quando è piena stagione, ma quando la casa è libera il baratto è un modo per non interrompere l’ospitalità nei periodi più vuoti dell'anno'. Sempre a Milano si 'può barattare' nel bed and breakfast alla Dolce Vite in zona Navigli (Tel. 02 48952808).

Indirizzi anti crisi anche a Roma dove almeno 20 bed and breakfast offrono vacanze in cambio di un baratto da concordare con i proprietari. Alcuni si trovano proprio nel cuore del centro come il b&b ‘Alle porte del Vaticano’ gestito da Marino e Matilde (Tel. 333 9423146 o 393 0474875) Per una selezione delle strutture sparse in Italia che offrono questa formula consultare il sito

« Precedente

» Notizie » 2011 » Aprile | Commenti: Scrivi

Successiva »