Commenti a La nascita del Regno d'Italia e l'impoverimento del Sud

MariaLuce, 14/02/2008


Una pagina bellissima che dovranno leggere tutti ed approfondire la storia del Meridione così spaventosamente descritto da vincitori e stranieri, non avendo fatto una ricerca storica vera, reale. Ci ha provato Nicola Zitara di Siderno RC originario di Napoli, storico e pensatore di grande spessore intellettuale che pochi conoscono forse perchè ormai anziano e malato vive quasi in povertà. Nei suoi libri emerge un sud di grande cultura; Napoli una città vivace che sa fare della sua storia autoironia con grande saggezza. Il suo popolo ricco di intellettuali, andava verso la contemporaneità con grande destrezza. Buone industrie e innovazione, come la prima ferrovia, i grandi setifici di stoffe pregiate, le ferriere che si stendevano in tutto il regno e quant'altro. In un baleno distrutto un grande regno. Bisognerebbe estendere la storia delle "Due Sicilie" alle scuole, non con piccole false storielle ma con verità, forse, se non siamo in ritardo, si potrà ottenere il riscatto di un popolo, oggi disprezzato e villipeso anche dai suoi stessi abitanti, per tornare ad emergere con dignità e appartenenza. Scusate gli errori, io mi sono formata al di fuori dalle scuole per il grande disagio economico, ed anche se anziana conservo la curiosità del sapere in tutti i campi, specialmente quelli che riguardano il sud e la storia dei popoli in movimento, frustati e mortificati, da un'emigrazione forzata, umiliati per ogni cosa.
Forse la storia andrebbe raccontata nelle piazze, anche se può sembrare fuori tempo ma, secondo me, necessaria per far conoscere alla gente la verità e riacquistare la dignità che ci spetta, dopo tanti sacrifici e barbarie.

 

Mac risponde così:

Grazie per l'apprezzamento così sentito

© 2001 Comunicazioni all'autore e privacy - www.deiricchi.it

Valid HTML 4.01 Transitional