DEI RICCHI

Il confronto tra Gesù, Pietro e Paolo. La profanazione del Tempio

 

Perché Gesù caccia i mercanti dal Tempio?

Una volta compreso che la persecuzione subita da Paolo a Listra fu semplicemente la trasposizione di quella effettivamente accaduta a Gerusalemme, ci è facile comprendere anche ciò che il redattore cercava di comunicare con la seguente scena:

Atti 14:13 Intanto il sacerdote di Zeus, il cui tempio era all'ingresso della città, recando alle porte tori e corone, voleva offrire un sacrificio insieme alla folla. Sentendo ciò, gli apostoli Barnaba e Paolo si strapparono le vesti e si precipitarono tra la folla, gridando: "Cittadini, perché fate questo? Anche noi siamo esseri umani, mortali come voi, e vi predichiamo di convertirvi da queste vanità al Dio vivente che ha fatto il cielo, la terra, il mare e tutte le cose che in essi si trovano. Egli, nelle generazioni passate, ha lasciato che ogni popolo seguisse la sua strada; ma non ha cessato di dar prova di sé beneficando, concedendovi dal cielo piogge e stagioni ricche di frutti, fornendovi il cibo e riempiendo di letizia i vostri cuori". E così dicendo, riuscirono a fatica a far desistere la folla dall'offrire loro un sacrificio.

[Il resto del documento è leggibile nel libro pubblicato]