DEI RICCHI

Popoli allo sbando tra le grinfie di intellettuali primedonne

 

Vi è identità di vedute tra gli economisti più rinomati sulla situazione economica mondiale?

La coincidenza nelle stesse persone tanto della capacità di governare che della ricchezza svela la contraddizione che impedisce il riaffermarsi di una più equa redistribuzione delle ricchezze, perché un miglioramento significherebbe proprio togliere le ricchezze a chi ci governa e ridistribuirle a chi ne ha bisogno. Per rovesciare la situazione, l'élite amministrativa dovrebbe rispettare la composizione della società: per una società "calda" a governare dovrebbero essere in maggioranza le classi più povere che lavorerebbero per una migliore ripartizione delle risorse.

[Il resto del documento è leggibile nel libro pubblicato]