DEI RICCHI

Il padre di Gesù nei dipinti del Caravaggio. Giuseppe d’Arimatea e Tommaso

 

21/09/2015, 12/08/2016

 

Storia insegnata

Gesù fu tolto dalla croce da Giuseppe d’Arimatea che, assieme a Nicodemo, ne sepellì il corpo. Quando risorse incontrò gli apostoli, in particolare Tommaso

 

Storia riscoperta

Gesù fu tolto dalla croce da suo padre Giuseppe, grazie all’autorizzazione avuta da Giovanni Battista. Giuseppe è ancora nascosto nell'apostolo Tommaso.

 

La sequela di esempi proposti ci rivela che i committenti dei quadri, o forse gli artisti stessi, erano evidentemente a conoscenza di una verità che cercavano di rivelare "intrufolandola" nelle rappresentazioni pittoriche. Le tele di Caravaggio sono forse quelle più intrise di questi messaggi e proprio la sua Deposizione ci aiuta a scoprirne uno che riguarda l'identità dei personaggi.

Abbiamo letto nel commento al quadro {2580} come l'uomo che guarda lo spettatore sarebbe Nicodemo e le sue fattezze sono quelle di Michelangelo Buonarroti, di cui il Caravaggio portava lo stesso nome ed era un grande estimatore.

Che nel dipinto vengano individuati solo il discepolo Giovanni e Nicodemo fa sorgere la domanda: e Giuseppe d'Arimatea dov'è finito?

In effetti il Caravaggio, come altri pittori, non scriveva una scheda con i nomi dei personaggi raffigurati, per cui qualsiasi risposta è ben accetta. Quella che forniamo noi è che Nicodemo e Giuseppe sono la stessa persona, per cui nessun errore è stato commesso dal Caravaggio.

A questo punto è intrigante seguire proprio lo sguardo e le sembianze di questo Giuseppe/Nicodemo perché lo ritroviamo ancora in altre opere del Caravaggio. Si vede di spalle nella cena di Emmaus {2576}, per quanto abbiamo già dimostrato {803}, ma ancora più evidente è il seguente Tommaso intento a verificare che Gesù sia resuscitato.

 

Figura 89 Tommaso mette il dito nella piaga di Gesù (1600-1601)[1]

Caravaggio ha dipinto in tre quadri diversi due personaggi in teoria altrettanto diversi: stesso colore dell’abito, stesso volto, barba, fronte stempiata, capelli e, possiamo desumere, anche età. Come se Tommaso, Nicodemo e Giuseppe d’Arimatea fossero lo stesso attore in tre scene diverse. Anche noi pensiamo siano la stessa persona.

 

Se conosci immagini interessanti almeno quanto quelle di questa pagina segnalale scrivendoci un commento oppure con un messaggio sulla nostra pagina Facebook