DEI RICCHI

La coincidenza tra le nozze di Cana e l'Ultima Cena

 

29/05/2016

Finora abbiamo esposto i particolari pittorici che raccontano i fatti realmente accaduti. Una storia tutt'altro che evidente se non la si conosce per altre vie. Vi è però una speciale coincidenza che nessun dipinto sembrerebbe mettere in luce tra quelli analizzati, ovvero quella tra quanto accadde alle nozze di Cana e all'Ultima Cena. In questo caso ci viene in aiuto l'identificazione delle persone che erano presenti alla prima.

Abbiamo notato che vi sono pittori che, ancor meglio di Giotto {2569}, hanno avuto il coraggio di farci capire che Giovanni era presente alle nozze di Cana {2570}. E oltre a Giovanni anche non meglio individuati apostoli, indicati con le classiche aureole.

 

Figura 73 Giovanni (?) assieme a Gesù e Maria alle nozze di Cana in un affresco del XIV sec.[1]

Lombardi, Paolo , Duccio di Buoninsegna - sec. XIV - Nozze di Cana - insieme

Figura 74 Oltre a Gesù e Maria in questo dipinto sono indicati anche Pietro e un altro apostolo (1308-1311)[2]

Che alle nozze di Cana vi fossero gli apostoli come all'Ultima Cena, dato rinvenibile anche nell'unico Vangelo che ne parla,[3] è testimoniato da almeno un dipinto.

 

Figura 75 Oltre a Gesù e Maria sono indicati sette apostoli e due sante identificate nelle sorelle di Lazzaro (XV sec.)[4]

La somiglianza di questo dipinto con quelli dell'Ultima Cena non è data solo dalla cospicua presenza degli apostoli, ma anche da Pietro che impugna il coltello.

 

Figura 76 Pietro che impugna il coltello come nell'Ultima Cena[5]

Concludiamo questa carrellata sui convitti evangelici, facendo notare che al contrario della chiara lettura storica che discende dalla simbologia usata nei dipinti antichi, nulla trapela nelle tele moderne dove tutti i messaggi da noi raccolti sono andati perduti.

 

Figura 77 La simbologia perduta con il passare del tempo in un'Ultima Cena del 2004[6]

 

Se conosci immagini interessanti almeno quanto quelle di questa pagina segnalale scrivendoci un commento oppure con un messaggio sulla nostra pagina Facebook