DEI RICCHI

Ipotesi sulla nascita della religione giudaica

 

Vi sono ipotesi interessanti ma rimaste sconosciute ai più sull'origine della religione e dei costumi ebraici?

Mosè, per assicurarsi per sempre la fedeltà di quella gente, le diede dei riti nuovi e contrari a quelli degli altri mortali. Presso di loro son profane tutte le cose per noi sacre e, per contro, considerano lecite tutte quelle illecite per noi. Fu consacrata in un santuario la statua di quell'animale che aveva indicato loro il modo di por fine alla sete e all'errare senza meta, sacrificando un ariete, per fare oltraggio ad Ammone. Immolarono anche il bue, perché gli Egiziani venerano Api. Da allora, in ricordo dell'epidemia, si astengono dal maiale, perché in passato li aveva deturpati la scabbia, cui quell'animale è soggetto. Ricordano ancora oggi la lunga fame di un tempo con frequenti digiuni, e il pane degli Ebrei non viene impastato con lievito, in ricordo delle messi rubate. Affermano di doversi riposare il settimo giorno, perché aveva posto fine alle loro fatiche. Ma, attratti dall'ozio, consacrano al riposo anche il settimo anno. Altri dice che lo facciano per rendere onore a Saturno, sia che abbiano ricevuto le basi della loro religione dagli Idei che, scacciati assieme a Saturno, si ricordano quali progenitori di quella gente, sia perché, tra i sette astri che reggono il destino degli uomini, il pianeta Saturno ha l'orbita più elevata e la potenza più grande, ed anche perché la maggior parte degli astri compie la propria corsa e la propria rivoluzione secondo dei numeri multipli del sette.

[Il resto del documento è leggibile nel libro pubblicato]