DEI RICCHI

Vecchi vizi e moderne tecnologie

 

25/05/2016, 27/08/2016

Le nostre scoperte sono proseguite per diversi anni basandosi semplicemente su una continua e sempre più approfondita analisi dei racconti scritti. Almeno fino a che non abbiamo incrociato la nascita del cristianesimo con le vicende delle famiglie imperiali di Roma. Allora è stato quasi obbligatorio spingerci oltre e studiare ad esempio epigrafia e numismatica, scoprendo come pure in questo campo ci siano dati non chiari e come persino piccoli particolari indichino informazioni non banali.

Anche allora abbiamo dovuto fare i conti con reperti che erano stati rovinati o manomessi. Di questo non eravamo più stupiti perché gli autori antichi ci hanno testimoniato più e più volte come le opere del passato siano state a volte distrutte, altre volte falsificate proprio dai cristiani. Quindi niente di nuovo sotto il sole.

Questa pratica della falsificazione è tuttora viva e imperante, appropriandosi di tecniche sempre più all'avanguardia per alterare gli originali o duplicarli a fini di lucro. In "CZ12" (un film noto in Italia con il titolo di "Chinese Zodiac"[1]) tra le varie scene ne viene presentata una girata all'interno di una fabbrica. In questa vengono mostrati alcuni esperti falsari che usano le più sofisticate tecnologie per produrre finti reperti e opere da vendere poi ad alto prezzo spacciandoli per veri.

Non dobbiamo meravigliarci di tutto questo, né che esso sia una novità perché tutte le arti vivono da secoli di questo commercio illegale. Commercio probabilmente fiorito proprio con l'industria delle reliquie, su cui la Chiesa ha costruito un impero e continua a lucrare senza sosta.

Non ci meraviglieremo quindi se prima o poi compariranno nuove "sindoni" per portare "prove" a favore della storia raccontata dalla Chiesa. Le storie di Padre Pio e di Medjugorie dovrebbero insegnare qualcosa, ma un esempio ancora più recente, non tanto pubblicizzato per quanto male era riuscito, ci rappresenta le moderne "apparizioni" della Madonna in Egitto realizzate a mezzo di raggi laser (!)[2].

Per gli ingenui basteranno poche meraviglie ben fabbricate per continuare a credere alle favole. Per i più attenti invece proponiamo questo libro in cui abbiamo raccolto osservazioni su reperti, opere d’arte e monete, la cui importanza sembra essere finora sfuggita a tutti.