DEI RICCHI

Giovanni: Battista, di Giscala e di Gamala

 

29/11/2015.

È indubbio che con il nome di Giovanni siano stati costruiti tanti personaggi, a cominciare dal principale che era il Battista. Il cui nome, secondo le nostre ricerche, non era propriamente quello di Giovanni ma di Giano {1952}.

Nel momento in cui Gesù si sostituì al Battista, le due figure letterarie si sdoppiarono in quella del Battista e poi quella dell’evangelista. Questo nei testi ecclesiastici, mentre in quelli storici abbiamo la figura, negativa, di Giovanni di Giscala, nemico di Giuseppe Flavio ed evidente controfigura ancora una volta del “falso profeta”.

Per i nostri studi il problema è che queste identificazioni non sono state tanto immediate. Cosicché nel libro “Il vero profeta” il Giovanni di Giscala viene identificato con il Battista {1655}, mentre nel “Giovanni Battista – La storia mai raccontata” abbiamo ravvisato la possibilità che la sua figura tanto negativa sia stata utilizzata per nascondere anche Giuseppe Flavio {2330}.

Più avanti  {1883} abbiamo visto che i nomi di Giscala e Gamala sono stati usati in sostituzione di quello di Emesa, per cui Giovanni di Giscala o Gamala era sempre lo stesso rivoltoso sotto cui si nascondeva Gesù.

Rimaniamo dell’idea che sia stato Gesù, nelle mentite spoglie di Giovanni Battista, ad aver scritto l’Apocalisse, anche se la versione che ci è giunta non corrisponde a quella che uscì dalla sua penna. Ma se un giorno venisse scoperto un autore diverso e più tardo, niente cambierebbe delle ricostruzioni storiche da noi proposte.