DEI RICCHI

Corrispondenze immateriali

 

Vediamo, allora, di provare la strada inversa. Se, infatti, ci venisse raccontata la storia di un certo individuo, senza dirci il suo nome e cognome, potremmo pensare di identificare quella stessa persona, ovvero ricavare proprio i due elementi, nome e cognome, che ci mancano?

Vi sono delle condizioni necessarie perché il gioco al contrario funzioni. Dovrebbero raccontarci la storia di persone che conosciamo, non di persone qualsiasi. Inoltre, la storia dovrebbe essere il più completa possibile.

Supponiamo, infatti, che tra i nostri amici vi siano molti barbieri. Sarà ben difficile che riusciamo a rispondere ad un quesito del tipo: “Come si chiama quel tuo amico che fa il barbiere?”. La domanda dovrebbe essere il più esaustiva possibile, oppure contenere degli elementi la cui univocità è garantita, cioè che appartengono a pochissime, o meglio, a una sola persona. Il quesito precedente ha sicuramente risposta, se viene così formulato: “Come si chiama quel tuo amico che fa il barbiere e ha il negozio nel tuo comune in via Roma 10?”.

In sostanza, possiamo identificare una persona anche utilizzando altri elementi rispetto a quelli riscontrati nel codice fiscale. Inoltre, come per il codice fiscale, non è neanche importante avere tantissime informazioni, ma una combinazione di esse in corrispondenza biunivoca con la persona a cui sono associate. Questa correlazione di elementi ha però un limite che ne inficia in qualche modo l’utilizzo: la variabilità nel tempo. Se il barbiere precedente trasferisce la sua attività, oppure la cambia del tutto, la domanda precedente sortirà una risposta diversa.

Ecco perché il codice fiscale non è composto da elementi qualsiasi, ma da quelli che sono immutabili nel tempo (a meno di eccezioni per il nome e cognome). Nella lista sopra citata ho evidenziato invece elementi che, per una persona, normalmente variano col passare degli anni.

Tra di essi, vi è comunque da riconsiderare almeno la voce parentele. I genitori naturali, se noti, sono unici ma la loro conoscenza porta ad individuare una pressoché interminabile lista di persone, dagli antenati fino a tutti i familiari più o meno prossimi, a cui una persona è legata secondo un certo grado di parentela. Quindi, anche le parentele possono essere d’aiuto nell’identificare un individuo senza conoscere i dati inclusi nel suo codice fiscale. Questo spiega perché gli alberi genealogici siano una passione molto più antica di questa moderna invenzione.

{D|2365|Giuseppe Flavio e il Cristianesimo}