DEI RICCHI

Gerhard Kittel e la questione giudaica. Prima parte

 

03/10/2014

Gerhard Kittel (1888-1948)[1] è stato un famoso teologo tedesco di cui rimane ancora in uso l’opera “Greek New Testament Dictionary/Lexicon” redatta assieme ad altri colleghi antisemiti.[2] Le basi antigiudaiche di Kittel erano estremamente religiose: Kittel infatti pensava che la religione non fosse una questione privata, ma che “cultura e vita del popolo” andavano “sorrette da una viva fede in Dio, cresciuta dall’appartenenza etnica”, con una Chiesa che “penetri tutti gli strati dell’attuale vita del popolo con il messaggio di Dio”.[3] Da queste premesse risultava ineluttabile predicare l’impossibile connivenza del cristianesimo con il giudaismo, anche perché Kittel riteneva che il Nuovo Testamento fosse il libro più antisemita che sia mai stato scritto.[4]

[Il resto del documento è leggibile nel libro pubblicato]