DEI RICCHI

La città dei Settanta

 

26/07/2013

Alessandria, la città in cui sarebbe stata redatta la traduzione dei “Settanta” a questo punto non è altro che la città da cui proveniva l’imperatore omonimo Alessandro Severo, ovvero Akqa Cesarea,[1] che era prossima ad Antiochia/Emesa città del cugino Elagabalo, ma soprattutto si trovava sul Mediterraneo come l’Alessandria d’Egitto. Per comprendere l’importanza di queste città si legga il seguente passo di Baronio sull’ordine delle sedi patriarcali stabilito in un canone conciliare:

[Il resto del documento è leggibile nel libro pubblicato]