DEI RICCHI

La datazione dei testi apocrifi

 

. P 02/02/2008. E 06/11/2007.

Sono più antichi gli apocrifi o i testi canonici?

Non abbiamo ancora terminato l'analisi di tutti gli scritti apocrifi ma la quantità di quelli letti ci autorizza a queste ulteriori considerazioni. Vogliamo sottolineare come questi testi, ritenuti dagli esegeti poco antichi per sminuirne l'importanza rispetto ai canonici, invece tanto recenti non possono essere visto che in essi il personaggio di Stefano compare solo raramente (precisamente in {1111},{1094} e {1115}). Questo nome infatti, come abbiamo visto in {691}, viene utilizzato molto tardi nella letteratura cristiana (nei testimoni del Nuovo Testamento è attestato dal III secolo in poi) e ciò è un indizio per datare ai primi secoli (quasi sicuramente prima dell'avvento di Eusebio) buona parte dei testi "apocrifi" proposti. Anche se i manoscritti a noi pervenuti sono ben più recenti; ma questo fu dovuto alla censura che pendeva su questi testi che ha fatto sì che i loro originali, se non addirittura distrutti, fossero ricopiati con molta circospezione fino a modificarli del tutto se necessario.

[Il resto del documento è leggibile nel libro pubblicato]

 
<